Prende vita la prima rete delle associazioni atellane

Una Rete Atellana per una Battaglia di Civiltà. Con questa convinzione le Associazioni Arci Spaccio Culturale di Succivo, l'Associazione Culturale Inversa e il Circolo Arci Su la Testa di Orta di Atella, l'Arci Art e la CVX "Oscar Romero" di Sant'Arpino hanno dato vita ad una sinergia comune per la battaglia referendaria in favore dell'acqua pubblica promossa dal Forum Italiano Movimenti per l'acqua. 

Un impegno che si concretizzerà con iniziative di informazione e sensibilizzazione sul tema referendario e con la promozione della raccolta firme per i tre quesiti volti a riaffermare il principio dell'Acqua come bene senza rilevanza economica, quindi non vendibile e non commerciabile. Un  terreno comune di coesione quasi naturale per realtà che hanno fatto e fanno dell'associazionismo di base e della promozione culturale e sociale i comuni denominatori del loro "fare associativo". 

La battaglia contro la privatizzazione dell'acqua diventa così un laboratorio per rinnovare e rilanciare i valori di cittadinanza attiva. Un impegno di amore verso un territorio come l'Agro Atellano che più di una volta ha avuto il bisogno di organizzarsi dal basso per affrontare e vincere altre "battaglie di civiltà". Sulla base di questo impegno condiviso si è scelto di incontrarsi e fare "rete": una rete aperta a tutte le realtà della società civile che intendono l'associazionismo come servizio alla comunità di cui fanno parte, che vivono la propria specificità come un valore aggiunto e non come un motivo di particolarismo e che cercano di promuovere il bene comune e il progresso civile e sociale.

08.05.2010 - letto 4103 volte