Un libro un vino, rassegna eno-culturale

Riparte "Un Libro, Un Vino", la rassegna eno-culturale che alla promozione e presentazione di lavori letterari accosta la degustazione dei più rinomati vini campani e non solo, con appuntamenti mensili presso la Casa delle Arti di Succivo.
Il 10 Maggio, alle ore 18:30, si terrà il primo di questi incontri con ospite un uomo simbolo delle recenti battaglie sociali ed ambientali: Alex Zanotelli, il padre comboniano tra i fondatori della Rete Lilliput, che ha dedicato la sua vita all'impegno sociale, alla salvaguardia e alla difesa dei diritti civili in Italia come in Africa.
Alex Zanotelli interverrà in occasione della presentazione del libro L'Italia che fa acqua (a cura di R. Petrella e R. Lembo, introduzione di Beppe Grillo, edizioni Intra Moenia) e, ovviamente, il libro non sarà altro che lo spunto per parlare di una delle grandi questioni di cittadinanza e difesa dei diritti fondamentali, quella dell’accesso all’acqua come bene comune e universale.

All'incontro, organizzato dal circolo ARCI di Succivo - Spaccio Culturale, col patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Succivo e la collaborazione artistica dell'Associazione Onlus "Art" di Sant'Arpino, parteciperanno anche Mena Moretta, responsabile provinciale per la campagna "Acqua Bene Comune" ed Ernesto Rascato dell'Osservatorio Meridionale di Cestes-Proteo; un saluto introduttivo è affidato all’Assessore alla Cultura Vincezo Pastena. Coordina l’incontro il giornalista Giampaolo Graziano, tra l'altro tra gli organizzatori della manifestazione.
Gli interventi saranno accompagnati dalla degustazione di vino Asprinio, prodotto d’eccellenza delle viti maritate locali curate dall'Enoteca "Il Vino" di Aversa.
«La rassegna vuole riproporsi come fenomeno culturale sul territorio e non come una singola iniziativa che rischierebbe di risultare sterile», ha spiegato Luigi Mozzillo, responsabile per Spaccio Culturale dell'evento: «nostra volontà è quella di animare momenti di confronto e riappropriazione del quotidiano, attraverso la lettura di libri utili alla comprensione del nostro territorio e la conoscenza di produzioni tipiche, come quelle vinicole, che tutelano e proteggono dal degrado i luoghi in cui viviamo. La campagna a favore dell’acqua pubblica, che promuoviamo da tempo e che sarà possibile sottoscrivere giovedì sera, va nella stessa direzione».


«Per me il problema dell’acqua è un problema etico che potremmo riassumere così: L’acqua è fonte di vita o di lucro? L’acqua è un bene naturale, vitale e insostituibile o un bene economico da trattare come risorsa idrica e come merce?»
Alex Zanotelli
07.05.2007 - letto 1990 volte