Un mese all'Atellana Festival

Si avvicina a grandi passi il Festival di Atella che vedrà ospiti grandi nomi della scena indie italiana come "I Pennelli di Vermeer", "Le Loup Garou" e "I Marta sui Tubi", questi ultimi ospiti della finalissima del 9 Settembre, che vedrà l'esibizione anche dei vincitori della scorsa edizione, i "DasAuge".

Molte le novità dell'edizione 2007, tra cui la location che sarà si il Castello di Teverolaccio in Succivo, ma non più nell'area esterna bensì nel cortile interno appena restaurato. Spicca inoltre la collaborazione con l'Associazione ONLUS "Un cavallo per amico", che organizzerà attrazioni nella parte adiacente al cortile del castello, e con la neonata Associazione Artistica "ART" di Sant'Arpino che curerà l'aspetto coreografico con un allestimento che promette di sbalordire: «Crediamo molto in questo progetto» afferma uno dei responsabili di ART, Vittorio Errico «Abbiamo voluto e cercato fortemente questa collaborazione per poter dare una mano a conferire all'Atellana la cornice che merita un grande festival».

Castello di Teverolaccio

Delineata anche la giuria per il concorso, a cui faranno parte Emilio Di Donato, responsabile di casertamusica.com, portale di musica casertana con cui il festival collabora da varie edizioni, Giampaolo Graziano, giornalista e vicedirettore della rivista mensile "Fresco di Stampa", il critico Paolo Trama, il musicista Gigi De Vito e Fabio Petrungaro, che dal 7 al 9 di settembre ascolteranno e consacreranno il vincitore della sesta edizione del Festival.

«Questa edizione ha assorbito le energie di un anno di lavoro associativo» spiega il segretario dell'ARCI Spaccio Culturale di Succivo Comune Francesco «e comunque la sua realizzazione è stata possibile grazie anche a privati che credono nella cultura e nel suo bisogno di promozione, e a tal fine ci hanno sostenuto, come l'Edil Atellana, la profumeria Angel Cos Line di Pasquale Angelino e Silvio di Mauro dell'Edil Di Mauro, solo per  menzionarne alcuni, oltre al grande supporto che abbiamo ricevuto dall'ARCI Caserta e dalla FILLEA Cgil di Caserta a cui va il nostro ringraziamento».
03.08.2007 - letto 1609 volte